Rientro da un capodanno appesantiti ? Scopriamo insieme come alleggerirsi...

Ed eccoci qua, appena rientrati e carichi come non mai per un nuovo frizzante anno. L'inizio non è sicuramente dei migliori e gli strascichi della fine si fanno ancora sentire con questo Omicron che ci accompagnerà sicuramente almeno per la prima parte dell'anno e poi speriamo veramente di vedere la luce anche se con i rientri a scuola la situazione potrebbe non migliorare nell'immediato ma confidando nella bontà e nell'efficacia dei vaccini presenti non pensiamoci e proviamo a capire come alleggerirsi dopo i piacevoli incontri di fine anno e le abbondanti mangiate.

Uno dei metodi che ho adottato personalmente è stato quello semplice ma piuttosto efficace di parcheggiare leggermente più lontano dal classico parcheggio di zona. Anche in vacanza piuttosto che parcheggiare magari al comodo parcheggio sotto l'hotel o nel parcheggio vicino al posto da visitare ho preferito lasciare tutta la famiglia nei pressi dell'hotel o del posto da visitare e andare alla ricerca di un parcheggio leggermente più lontano ma che mi permettesse una camminata continua e costante sia per tornare dalla mia famiglia che per andare poi a riprenderli una volta che si doveva uscire dall'hotel o si doveva rientrare dopo l'escursione del giorno.

Trovandomi in vacanza in montagna ho anche approfittato del dislivello e pur di camminare un po' di più ho tenuto volentieri la piccolina da trasportare a mo' di koala con lo slittino su e giu' per la montagna senza l'ausilio di seggiovie o altro, chiaramente nei limiti del possibile sia in merito alla temperatura che alle distanze e dislivelli per non esagerare e finire davvero con febbre a 40!

Un altro spunto che ho avuto per continuare comunque a camminare è stato quello di andare a trovare amici camminando piuttosto che in auto. Quindi l'idea di trovare un parcheggio e lasciare l'auto per far visita ad amici e parenti del caso magari in solitaria per non doversi sentire sempre dire "eh...ma è lontano, andiamo a piedi ?".

L'altro vantaggio che ho avuto è quello di avere un podere in aperta campagna e, pur se con un po' di fatica visto il clima di pioggie torrenziali che ci sono state, nei momenti in cui c'era il sole una bella camminata tra gli olivi e le querce è decisamente rigenerativa e chi ha la possibilità di farlo dovrebbe assolutamente approfittare mentre chi non ha a disposizione un podere anche farsi una bella passeggiata nel bosco magari con degli amici che amano la natura è decisamente un toccasana che fa bene sia alla mente per rilassarsi che al fisico che assume sicuramente bellissimi profumi e colori meravigliosi.

Quindi, che dire, approfittare anche di questo clima non mite ma nemmeno troppo acerrimo come erano gli inverni di tanti anni fa potrebbe essere un bene per chi ama camminare come noi: Buona camminata a te caro lettore e buon anno!

Scrivi un commento

Si, acconsento al trattamento dei miei dati in conformità con le norme di legge relative alla Privacy.

Si, voglio rimanere aggiornato sulle novità future ed iscrivermi alla Newsletter.
Potrei disiscriverti quando vorrai

Articoli Correlati

Camminando verso il natale...

Camminando verso il natale...

L'ultima settimana prima di questo natale 2021 ricco di speranze, vediamo come affrontarlo al meglio mantenendoci faticosamente in forma viste le cene che ci attenderanno...

Il sito utilizza cookie tecnici, statistici e di marketing.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Puoi modificare le tue preferenze dalla nostra cookie policy.

MODIFICA ACCETTA